Responsabile sito Arch. Pasquale Caprio

AVVISO IMPORTANTE: Possibilità di deroga al versamento del contributo minimo soggettivo InArCassa

Abolito il contributo minimo soggettivo Inarcassa per i professionisti con redditi bassi.
La novità è contenuta nelle modifiche al Regolamento Generale di Previdenza di Inarcassa, approvate dai ministeri vigilanti il 26 marzo 2014.

Inarcassa ha ottenuto dai ministeri vigilanti l’approvazione di un’importante modifica al Regolamento Generale di Previdenza, voluta per rispondere alle difficoltà dei tanti professionisti che da anni subiscono gli effetti di una congiuntura economica negativa.

Gli associati che pensano di dichiarare un reddito 2014 inferiore a 15.690 euro, già quest’anno possono non versare il contributo soggettivo minimo e pagare, a dicembre 2015, il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto.

Le modifiche apportate al Regolamento Generale di Previdenza di Inarcassa, consentiranno una deroga per un massimo 5 anni (anche non consecutivi) all'obbligo della contribuzione minima soggettiva a chi produce redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo (15.690 euro).

Per il Presidente Muratorio si tratta di “una modifica normativa ad alto contenuto sociale che costituisce un'opportunità di sostegno in più ai liberi professionisti associati alla Cassa e conferma la flessibilità degli strumenti che Inarcassa offre per una costruzione sempre più personalizzata del proprio percorso previdenziale”.

La norma prevede la possibilità di derogare all'obbligo della contribuzione minima soggettiva per un massimo di 5 anni - anche non continuativi - nell'arco della vita lavorativa, per chi produce redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo (art. 4 c. 3 RGP 2012). Restano esclusi dalla norma i pensionati e i giovani professionisti, che già versano importi ridotti contando sull’accredito del periodo assicurativo intero. 
L’anzianità utile alla pensione verrà riconosciuta in misura proporzionale a quanto versato nell’anno ma, ai fini del godimento di una migliore pensione, si potranno integrare gli importi dovuti entro i cinque anni successivi e assicurarsi così una anzianità previdenziale completa.

 

Saranno disponibili sul sito dell’INARCASSA e sul nostro informazioni complete riguardo all’applicazione della nuova norma e le modalità per esercitare la facoltà di deroga


 

Si riportano di seguito le altre principali misure approvate e riassunte dal delegato Inarcassa degli Architetti di Palermo Emanuele Nicosia. 

 

Niente sanzioni per la rata dei minimi 2014 scaduta a febbraio
Il ritardo o il mancato pagamento delle rate intermedie della rateazione dei minimi 2014: febbraio, aprile, agosto e ottobre non comporta sanzioni ed interessi. Le rate di febbraio ed aprile possono essere pagate entro il 30 giugno e quelle di agosto ed ottobre entro il 31 dicembre senza ulteriori aggravi.


La domanda di pensione va presentata due mesi prima della maturazione del diritto
La domanda di pensione ad Inarcassa può essere inoltrata massimo 60 giorni prima della maturazione dei requisiti. 
Per istruire le domande sono infatti necessari dati e documenti aggiornati, la cui produzione sei mesi prima costringe a doppi ed inutili controlli. Non cambia la decorrenza delle prestazioni, che rimane stabilita, secondo la tipologia, nei termini già noti previsti dal Regolamento Generale di Previdenza. 

Fatturazione elettronica
Con il decreto n. 55 del 3 aprile 2013 si è dato attuazione all'art. 1 c. 209 della L.244 del 24 dicembre 2007 ponendo il via all'obbligo di fatturazione elettronica nei rapporti economici con le Pubbliche Amministrazioni. Si parte con le Amministrazioni centrali, le Agenzie Fiscali e gli Enti nazionali di Previdenza e assistenza sociale (tra i quali Inarcassa). Il resto della PA ha 12 mesi in più per adeguarsi. In sostanza, a partire dal 6 giugno prossimo, i fornitori di beni e servizi, anche professionali, dovranno emettere in formato elettronico le proprie fatture (note, parcelle e simili) curandone la trasmissione, l'archiviazione e la conservazione nello stesso formato. Per le Pubbliche Amministrazioni scatta il divieto di accettare fatture emesse o trasmesse in forma cartacea. A partire dal 6 settembre 2014 le Pubbliche Amministrazioni non potranno procedere a pagamenti, anche parziali, in assenza di fattura elettronica. 

Bollettini solo on line
Tutti i bollettini M.AV. per i versamenti a Inarcassa non saranno inviati per posta dalla Banca Popolare di Sondrio, ma sono messi a disposizione degli associati in formato elettronico su Inarcassa On line, accompagnati da una e-mail di avviso. Per visualizzare e stampare il bollettino, basta entrare nella propria area riservata su Inarcassa On line e selezionare la voce "Gestione M.AV.". Il pagamento può essere effettuato direttamente on line tramite Inarcassa Card, oppure presso qualsiasi sportello bancario senza alcun costo a carico. L'applicativo della "Gestione M.AV." permette inoltre di visualizzare tutti gli eventuali bollettini emessi nel corso dell'anno per versamenti relativi ad altri pagamenti non ancora effettuati. Per chi ha poca confidenza con internet è disponibile sul sito www.inarcassa.it un tutorial, nella pagina dedicata ai servizi telematici. Ti raccomando di tenere aggiornati (o di inserire se mancanti) - sempre tramite le funzioni su Inarcassa On line - i recapiti di posta elettronica sia ordinaria che certificata (PEC), entrambi indispensabili per ricevere le comunicazioni di Inarcassa. 

Sana la posizione con il ravvedimento operoso
L'Anagrafe Tributaria dell'Agenzia delle Entrate ha trasmesso i dati reddituali relativi agli anni 2009-2010-2011. Dal prossimo mese si provvederà quindi all'incrocio dei dati con quelli in possesso della Cassa. Verifica la tua posizione tramite l'estratto conto consultabile on line e, se necessario, sana eventuali irregolarità (dichiarazione omessa o errata, versamento contributi) anche usufruendo del Ravvedimento Operoso che abbatte le sanzioni del 70%.

Possibilità di posticipo del versamento del conguaglio 2012 al 30/04/14
Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato, lo scorso 19 novembre - di consentire che il saldo del conguaglio dei contributi previdenziali relativi all'anno 2012, previsto per il 31/12/2013, possa essere versato entro il 30/04/2014 con l'applicazione di un interesse dilatorio pari al tasso BCE + il 4,5% applicato ai giorni trascorsi dalla scadenza (31/12/13) alla data effettiva del versamento. Chi vorrà usufruire di questa facilitazione, potrà semplicemente generare il bollettino MAV relativo al conguaglio 2012 su Inarcassa On line e versare l'importo corrispondente non oltre il 30 aprile 2014. Il versamento entro il termine indicato non genererà alcuna sanzione e l'importo relativo agli interessi sarà conteggiato insieme alla rata dei minimi 2014 in scadenza a fine giugno, o insieme a uno dei pagamenti successivi. 
L'opzione per il posticipo non è esercitabile dagli associati che abbiano già ottenuto la rateazione del conguaglio grazie alle agevolazioni contributive 2013. Ricordiamo inoltre che il ritardo del versamento, anche di un solo giorno, rispetto al termine del 30/04/2014 comporterà l'applicazione delle sanzioni e degli interessi nella misura prevista a decorrere dal 1/01/2014 al momento del pagamento. 



 

LE ALTRE MODIFICHE AL REGOLAMENTO GENERALE DI PREVIDENZA

I ministeri vigilanti hanno approvato anche altre importanti modifiche al Regolamento Generale di Previdenza.

Pensione di vecchiaia unificata

Poiché non è sempre vero l’assunto che la pensione retributiva è più generosa della pensione contributiva, per gli iscritti che presentano un reddito pensionabile inferiore al valore della pensione minima (10.854 euro nel 2014), ora è prevista l’applicazione del metodo di calcolo contributivo a tutta la vita lavorativa se più favorevole rispetto al pro-rata.

Pensione minima

Per garantire gradualità nel passaggio dal vecchio al nuovo regime previdenziale e tutelare le fasce più deboli, la nuova norma – applicata alle anzianità maturate fino al 2012 - prevede il calcolo della pensione minima in forma pro-rata per chi rispetta il parametro ISEE (indicatore situazione economica equivalente) e vanta almeno 50 anni d’età e 20 anni di contribuzione al 31.12.2012 (art. 28 RGP 2012).

Pensioni di inabilità e invalidità

La domanda di pensione di inabilità e invalidità non può essere presentata da chi è già in possesso dei requisiti per la pensione di vecchiaia ordinaria (Tabella I del RGP 2012). Inoltre, i trattamenti d’invalidità vengono trasformati d’ufficio in trattamenti di vecchiaia al raggiungimento dei requisiti della pensione ordinaria, salvo che la prestazione già in godimento sia di miglior favore.

Il beneficio dell’anzianità contributiva aggiuntiva per la pensione di inabilità e invalidità ora viene riconosciuto per un periodo pari a quello che intercorre tra l’età al momento della domanda di inabilità o invalidità e l’età pensionabile ordinaria, nella misura massima di dieci anni.

Progetto 01/2017
IMPORTANTE!

CNAPPC - Sistemi AWN  e Formazione

Link a iM@teria


COLORO CHE NON HANNO MATURATO TUTTI I CREDITI IN DATA 31/12/2016 HANNO TEMPO FINO AL 30/06/2017 PER METTERSI IN REGOLA.

Schema esemplificativo relativo alla applicazione delle sanzioni disciplinari.

 


Per accedere ai corsi ON LINE è necessario entrare in im@teria nell'area Accesso Centralizzato ai servizi CNAPPC. Le password al primo accesso devono essere richiete nell'apposita area richiesta delle nuove credenziali.


Recupero credenziali d'accesso

Il recupero delle password è automatico. Non bisogna inviare alcuna mail, collegandosi ad Im@teria cliccare su Non ricordi i dati di accesso? e seguire la procedura richiedendo la password.

Se non si ricorda la username oltre che la password, basta essere in possesso del codice fiscale.


Nuova procedura unificata di autenticazione utente
Leggi tutto


Comunichiamo che per l’attivazione della Carta Nazionale dei Servizi è indispensabile controllare l’esattezza dei propri indirizzi e-mail e/o PEC in possesso dell’ordine.

Evidenziamo che non ci sono problemi per coloro che ricevono le comunicazioni (Newsletter e altro) da parte dell’Ordine.


Procedura per il reinvio della mail per poter accedere alla piattaforma

Leggi tutto


NUOVE LINEE GUIDA TRIENNIO 2017/2019

Circolare

Linee Guida

Allegato 1-Definizioni

Allegato2- Tabella

Allegato3-Requisiti Enti terzi

Allegato4- FAD

Le linee guida sono riportate con la comparazione con quelle vigenti nel triennio passato.

Tali linee guida sono in vigore dal 1 gennaio 2017


LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L’AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO VALIDE NEL TRIENNIO 2014/2016

Cartella zip

Presidio Protezione Civile

Consiglio di Disciplina

A seguito di modifica di un nominativo in data febbraio 2015 ri rende nota la

Circolare riportante l'elenco dei componenti

Invia PEC

 

Rivista Progetto

Canale YuoTube TeleArchitetti

Europa Concorsi

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Salerno ha realizzato in collaborazione con Europaconcorsi un progetto di comunicazione dalle caratteristiche estremamente innovative: Log-on.

Il servizio è completamente gratuito per tutti i nostri iscritti
Clicca QUI per registrarti
Clicca QUI per accedere
In caso di problemi chiamare l’helpdesk al 800031580

 

Consiglio di Amministrazione e la Giunta Esecutiva di Inarcassa, per il quinquennio 2015-2020

- Arch. Giuseppe Santoro – Presidente
- Ing. Franco Fietta – Vicepresidente
- Arch. Gianfranco Agostinetto – Consigliere e componente della Giunta Esecutiva
- Ing. Nicola Caccavale – Consigliere e componente della Giunta Esecutiva
- Arch. Filippo Franchetti Rosada – Consigliere e componente della Giunta Esecutiva
- Arch. Antonio Marco Alcaro - Consigliere
- Ing. Silvia Fagioli - Consigliere
- Ing. Antonio Fasulo - Consigliere
- Ing. Claudio Guanetti - Consigliere
- Arch. Marina Martinotti - Consigliere
- Ing. Ester Rutili - Consigliere

Quota d'iscrizione

Si comunica che il pagamento della quota annuale oltre agli sportelli delle poste italiane sul bollettino di C/C n° 27139849 o con bonifico IBAN IT 29 A076 0115 2000 0002 7139 849, può essere effettuato presso la segreteria dell’ordine.

CODICE BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

 

PEC

Per richiedere l'attivazione GRAUTITA della PEC è necessario contattare direttamente la segreteria dell'Ordine

CONTATTI

Ordine Degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Salerno
C.F. 95008400657
Via G. Vicinanza, 11 - 84123 - Salerno
TEL. 089/241472 - 3314989813
FAX 089/252865
e-mail: info@architettisalerno.it
PEC: oappc.salerno@archiworldpec.it

 

FATTURAZIONE ELETTRONICA
 
Codice univoco: UFDZ67
A seguito dell’approvazione del Ddl di conversione del D.L. 50/2017 avvenuta in data di ieri, i fornitori di Codesto Ordine dal 1° luglio prossimo dovranno applicare sulla fattura elettronica lo split payment.
CODICE BIC/SWIFT  BPPIITRRXXX

 

Orari di ricevimento della segreteria

Mattina:
dal Lunedì al Venerdì dalle 9,30 alle 12,30
Pomeriggio:
Martedì dalle 16,30 alle 19,30

 

Trasparenza

Consiglio Trasparente

Progetto 01/2017